Ketoprofene e sole: rischi grosso!!!

Il Ketoprofene per uso topico è fotosensibilizzante: questa indicazione è riportata, tramite un simbolo specifico del sole barrato, in tutti i prodotti (gel, schiume, cerotti e creme) in commercio. Il Comitato per i medicinali per uso Umano (CHMP) e l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha condotto nel 2010 la revisione scientifica dei dati di sicurezza, a seguito delle segnalazioni di fotosensibilizzazione e di co- sensibilizzazione con l’OCTOCRILENE, un FILTRO UV, presente tra l’altro non solo nei prodotti solari ma anche in shampoo, detergenti, creme, trucchi. Viene usato per ritardare la fotodegradazione.

LE REAZIONI DI FOTOSENSIBILIZZAZIONE da ketoprofene possono essere limitate alla sede di applicazione del farmaco ma anche coinvolgere zone che sono state a contatto con il ketoprofene: la reazione può durare da poco tempo addirittura a qualche settimana o di più. Non c’è da scherzare insomma!

Oggi sappiamo che tutti i farmaci contenenti ketoprofene sono soggetti a prescrizione medica ma è importante ricordarvi cosa fare, se proprio non potete fare a meno di questa molecola. (tra l’altro ci sono ottimi prodotti per sostituire il ketoprofene ad uso topico….!)

Non esporsi al sole, anche quando è nuvolo
Non fare lampade uv per almeno 2 settimane dopo aver usato il ketoprofene topico
Proteggere dal sole le parti interessate con indumenti idonei (il jeans vi ricordo è tra i tessuti che fa passare meno raggi solari)
Lavarsi le mani sempre dopo ogni utilizzo

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento